Nella materia disciplinata dal DECRETO LEGISLATIVO n. 231 del 2001 i professionisti di CO.DE supportano le Società Clienti nella predisposizione degli strumenti necessari a prevenire la loro responsabilità  in caso di reati commessi nel loro interesse o vantaggio dai propri amministratori, dirigenti o dipendenti.

TIPOLOGIA DI REATI

Tra gli illeciti penali per i quali le Società possono essere chiamate a rispondere, come soggetti autonomi rispetto ai singoli, vi sono:

  • Reati contro la Pubblica Amministrazione (es.: Corruzione; Concussione)
  • Reati di indebita percezione di contributi, finanziamenti o altre erogazioni da parte dello Stato o di altro ente pubblico o delle Comunità Europee; truffa in danno dello Stato o di altro ente pubblico; truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche; malversazione a danni dello Stato
  • Reati societari (es.: false comunicazioni sociali; corruzione tra privati)
  • Reati in materia di sicurezza sul lavoro quali omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime, commessi con violazione delle norme a tutela dell’igiene e della salute sul lavoro
  • Reati di ricettazione,  riciclaggio, impiego di denaro, beni e utilità di provenienza illecita
  • Reati in materia ambientale ed in materia di contraffazioni alimentari
  • Reati informatici

 

SANZIONI

Prevenire la responsabilità di cui al Decreto 231/2001 significa soprattutto evitare conseguenze molto gravi per le Società, tra cui:

  • Sanzioni pecuniarie da un minimo di 25.800 euro fino ad un massimo di 1.549.000 euro
  • Misure interdittive quali interdizione dall’esercizio dell’attività, sospensione o revoca delle autorizzazioni, licenze o concessioni funzionali alla commissione dell’Illecito; divieto di contrarre con la pubblica amministrazione; esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi ed eventuale revoca di quelli concessi; divieto di pubblicizzare beni o servizi
  • Confisca , anche per equivalente, del prezzo o del profitto del reato

 

SOLUZIONI

Il D.lgs. n. 231del 2001 consente alla società di evitare l’insorgere di una sua responsabilità: essa, infatti, non risponde dell’illecito commesso se ha adottato ed efficacemente attuato un Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo in grado di prevenire i reati, affidando al contempo ad un Organismo di Vigilanza (ODV) il compito di vigilare sul suo funzionamento e sulla sua osservanza.

 Il Modello Organizzativo per essere idoneo deve:

  • Individuare le attività aziendali esposte al rischio di commissione di reati 
  • prevedere specifici protocolli operativi capaci, se osservati, di prevenire la commissione di reati da parte delle funzioni aziendali
  • Fissare un sistema disciplinare idoneo ed efficace a sanzionare il mancato rispetto del Modello da parte dei suoi destinatari

 

COSA FACCIAMO

CO.DE è in grado di affiancare la Società Cliente in tutte le fasi necessarie alla realizzazione di un Modello conforme al Decreto 231/01.

In particolare, le competenze che i nostri professionisti mettono a disposizione comprendono:

  • l’analisi dei rischi reato (risk assessment)
  • la definizione delle procedure interne idonee alla prevenzione del rischio individuato per la singola realtà aziendale
  • la redazione dei documenti necessari al completamento del Modello

 

I consulenti di CO.DE, inoltre, sono in grado di supportare i Clienti nelle attività di controllo sull’attuazione del Modello mediante la partecipazione diretta agli Organismi di Vigilanza nominati, oppure fornendo collaborazione a questi ultimi negli adempimenti loro spettanti (audit, aggiornamento del Modello, ecc.).